Popa Chubby

Popa Chubby

Venerdi 22 giugno

Twenty five years of hard rocking blues

Popa Chubby, nato come Ted Horowitz, dopo aver festeggiato l’anno scorso ben 25 anni di “hard rocking blues” si ripresenta alla nostra porta con un doppio Cd live Big Bad and Beautiful;  ben 27 tracce live registrate in Francia che includono una vasta selezione dei suoi classici quali Angel on My Shoulder e Over The Rainbow accanto ad alcuni brani dei Rolling Stones!  Durante la sua carriera, iniziata nel 1994, è stato una presenza non sottovalutata dal caratteristico tempestoso e soulful sound mai stato così potente come ora.  Un’imponente figura dalla testa rasata, braccia tatuate e pizzetto e uno stile che lui stesso descrive come “the Stooges meets Buddy Guy, Motörhead meets Muddy Waters, and Jimi Hendrix meets Robert Johnson,” Popa Chubby è un personaggio accattivante, uno dei più popolari nel suo genere.

La sua carriera è sempre stata in movimento e alla ricerca di un posto per sé stesso nell’imponente territorio del business musicale, superando le difficoltà, sempre in continua crescita e maturità come una forza creativa si è creato una cerchia di fans in tutto il mondo in costante crescita.

Nativo di New York la sua prima esibizione è come chitarrista di una band punk che lui definisce una “crazy Japanese special effects performance artist in a kimono called Screaming Mad George who had a horror-movie inspired show.” Partendo da qui si immerge nel rock’n’roll e impara molto dai grandi artisti del tempo incluso George, Ramones, the Cramps e Richard Hell, la cui band, the Voidoids, di cui fa parte, gli insegna che il rock’n’roll può essere pericoloso. “Musicisti come Ramones e Sex Pistols non erano solo delle band, erano un pericolo per la società.” Il blues tuttavia è alla base del suo stile. “Sin da quando sono cresciuto con Hendrix, Cream e Led Zeppelin, a quando ho iniziato a suonare blues nei club newyorkesi, ho capito che anche il blues può essere pericoloso, non solo suonare nelle band punk; Howlin’ Wolf e Muddy Waters erano uomini pericolosi, ti potevano colpire o sparare se pensassero fosse necessario e Little Walter si portava una pistola e non avrebbe esitato ad usarla.

Questo pericolo è la parte reale del blues e io cerco di tenerla viva nella mia musica.” Popa Chubby è un uomo nel bene e nel male. “Sono vissuto in un tempo selvaggio e questa è stata l’ispirazione con cui ho creato Universal Breakdown Blues. Ci sono i miei problemi ma rappresentati in maniera più esagerata di quello che sono. Tutto sta venendo abbattuto nel mondo, i confini sono stati definiti, abbiamo bisogno di un cambiamento.”.

sito ufficiale: www.popachubby.com