Get Adobe Flash player
home page

WBXY4733

 




Comune di Torrita di Siena 

Provincia di Siena

Provincia di Siena


 

 

ESTRA


 


 

 


 


 


Privacy Policy
Home 2009 Gli artisti BLUE STUFF - DR SOUNFLOWERS

BLUE STUFF - DR SOUNFLOWERS

 

 

Blue Stuff è un gruppo di Blues, tra i più noti e longevi del panorama italiano. E'nato nel 1982 da un'idea di Mario Insenga che ne è ancora oggi batterista, cantante e principale compositore.
La band ha maturato negli anni una caratteristica peculiare : l'uso del dialetto napoletano per i suoi testi. Ha effettuato migliaia di concerti in Italia e all'estero (in club, teatri, piazze, festival); collaborazioni con artisti di Blues anche stranieri (esiste un video di un loro concerto al Festival Internazionale di Montreux con Albert Collins, nel 1992); partecipazione a campagne di Greenpeace, Amnesty International, Emergency; seminari sul Blues e lezioni -concerto presso Istituti Scolastici e Facoltà Universitarie; qualche apparizione in TV (due tappe del giro d'Italia, varie Capri-Hollywood di Pascal Vicedomini, due passaggi alla recente trasmissione di Renzo Arbore "Meno siamo meglio stiamo").

Da fine 1991 al 1994 è durata la collaborazione con Edoardo Bennato che, nei panni del suo alter-ego blues Joe Sarnataro, ha scelto Blue Stuff per cantare i mali di Napoli in un CD ("E' asciuto pazzo 'o padrone") ed un DVD ("Joe e suo nonno"). Discografia : " Chicago Bound" "Live" (in inglese) " E' asciuto pazzo 'o padrone" (con Joe Sarnataro) " L'acqua è poca" (in napoletano) " Roba Blues" (in napoletano) Di imminente pubblicazione il nuovo cd : "...Altra Gente...Altro Blues..." . Line - up attuale : Lino "Cient'anne 'e salute" Muoio - chitarra , mandolino , voce Francesco Citera - fisarmonica Fulvio Sorrentino - dobro , voce Mario Insenga - voce , traps , washboard , jug , kazoo Di recente , Mario Insenga ha collaborato ai seguenti cd di artisti napoletani : Daniele Sepe - "Suonarne uno per educarne cento" - Mario suona la batteria in alcuni brani e canta "Guzzi Falcone" Lino volpe - "I passaggi obbligati" - Mario canta , assieme a L. Volpe , il brano "Siamo fuori" . Blue Stuff ha partecipato a centinaia di festival Blues : Liri Blues - Capo d'Orlando in Blues - Alcamo Summertime Blues - Etna Blues Festival - Valdagno Festival Blues - Brindisi Festival del Blues - Nave Blues - Castel S.Pietro Romano Festival Blues - Macallé Blues Festival - Aventino Blues Festival - Roccamontepiano Festival

DR. SUNFLOWER JUG BAND

.....Il Blues........La medicina di Doctor Sunflower.......I Rimedi indiani di Doctor Kerr......L'elisir Jack Rabbit di Doctor Lewis... ...Agli albori del Blues i medicine show erano spettacoli itineranti molto in voga nel sud degli Usa: un "dottore" e la sua compagnia raggiungevano con un carrozzone le zone rurali per vendere "l'ultimo portentoso ritrovato medico", capace di curare tutto e niente. Della compagnia facevano parte almeno un musicista-cantante ed un ballerino-saltimbanco che avevano il compito di incuriosire la gente, superarne la diffidenza e far sì che intorno al carrozzone si raccogliesse un vasto pubblico. A quel punto il "dottore" faceva il suo di spettacolo: da consumato imbonitore, magnificava le proprietà della sua "medicina" e convinceva i presenti ad acquistarla.... ...poteva trattarsi di un elisir per ogni tipo di dolore o malattia, di un sapone speciale per curare affezioni della pelle o la forfora, di un balsamo per i dolori ai piedi...comunque, anche se assolutamente inutili, nella quasi totalità dei casi le "medicine" erano innocue.... ....i medicine show rappresentavano un'ottima opportunità di lavoro per il musicista di Blues....inoltre costituivano l'unico valido mezzo di diffusione e scambio di idee musicali all'interno di aree rurali, almeno fino all'avvento di radio ed industria discografica che si verificò a partire dagli anni '20... ...nel 1954 c'era ancora una compagnia con un gruppo di jazz ed alcuni ballerini che girava tra il Mississippi e l'Alabama vendendo una "medicina" fabbricata su brevetto chiamata Hadacol... In repertorio brani tradizionali pre-blues, ballate come "Ella Speed" o "Frankie and Albert", repertorio Jug Bands con "Overseas Stomp" e "Sellin' that stuff" e ancora tanto tanto blues...... Quello di Dr. Sunflower e della sua jug band è uno spettacolo tipo medicine show, in grado di tracciare una storia del Blues in maniera disincantata, reale, mai didascalica. Il gruppo si propone come street band per suonare durante il festival, non sul palco principale, bensì nel luogo e all’orario che voi riterrete più opportuni al fine di attrarre l’attenzione, di incuriosire i passanti e movimentare l’evento prima dei main acts. Dr. Sunflower esegue brani Blues e pre-Blues di artisti quali Furry Lewis, Robert Wilkins, Leadbelly, Rabbit Brown, Jesse Fuller, esponenti del Delta, Mississippi Sheiks, Memphis Jug Band, Georgia Tom, Big Bill Bronzy, Leroy Carr, Lonnie Johnson, Casey Bill Weldon, Brownie McGhee, etc. , fino ad arrivare ad oggi, con un repertorio di oltre 100 brani. Line up Dr. Sunflower – voce, cassa, rullante, blocks, washboard, jug, kazoo Mojo Killer – chitarre, mandolino, banjo, voce Wolframio Papadopulo – dobro, voce The red buzzard – fisarmonica
Storia del Torrita Blues
Download